Dalla padella alla brace

La Canapa o Cannabis o Marijuana o Ganja o più semplicemente Erba é la Pianta che si trova al centro di molti interessi e per la seconda volta nella Storia recente dell'Umanità rischia seriamente di finire nelle mani sbagliate.

Non è un'ipotesi assurda ma un rischio molto concreto quello che si sta correndo proprio in questi giorni, infatti gli eventi che stanno avvenendo in questo periodo sono dei segnali forti e chiari di quello che potrebbe succedere in un prossimo futuro, legando indissolubilmente in un destino comune noi, la Pianta e chi verrà dopo di noi.

In Italia nelle sedi istituzionali proprio in questi giorni si torna finalmente a discutere, per lo meno di Canapa [#leggeillegale, #lorenzin1, #lorenzin2]. Dopo anni di leggi scellerate che ostinatamente si sono rifiutate di affrontare i problemi veri legati alle droghe illegali, spesso pericolose solo in quanto tali, se non principalmente dal punto di vista della repressione esercitata ai danni di consumatori e consumatrici, indistinguibili dai veri trafficanti in virtù di quantità o percentuali microscopiche ed il più delle volte colpevoli solo di aver ricercato le sostanze stupefacenti sul mercato clandestino, il selvaggio far-west, l'unico ove queste venissero offerte, tutte insieme, a prezzi altissimi e senza alcuna garanzia sulla qualità.

In Canada nel frattempo dal primo aprile di questo anno [#art73canada] sono stati brutalmente calpestati i diritti di circa 40 mila persone malate, in alcuni casi riunite in legittime associazioni di pazienti dette Cannabis Social Club o CSC, che dal 2001 erano stati regolarmente autorizzate a coltivare da sè ed usare la Cannabis a scopo terapeutico. Infatti da quelle parti il governo ha deciso dall'oggi al domani di azzerare le licenze individuali e di gruppo, affidando le concessioni per la produzione, distribuzione e vendita ad un pugno di società d'affari private che hanno subito iniziato a raccogliere i primi frutti facendo lievitare i prezzi e limitando le scorte offerte ai loro "nuovi" clienti. I pazienti-coltivatori che dopo anni di incroci e selezioni avevano finalmente trovato la varietà medicinale più adatta a tenere sotto controllo la propria malattia in maniera tutto sommato economica, sono stati minacciati di essere segnalati alle autorità qualora si fossero rifiutati di distruggere piante, semi, attrezzature e scorte precedentemente coltivate.

Insomma da parte di quel governo e delle aziende del posto è stata cólta al volo l'opportunità di profitto offerta da un mercato maturo con numerosi consumatori come è quello canadese (e non solo quello). Business As Usual dicono al di là dell'Oceano Atlantico, qui suonerebbe come Gli Affari Sono Affari...

È il primo segnale concreto che stiamo per cadere dalla proverbiale padella alla ben più pericolosa brace: tutto ciò che è successo finora, altro non erano che lievi scottature, soprattutto se messe a confronto con le pesanti ustioni che attendono non solo la Cannabis ma anche tutte e tutti noi e le generazioni future, che saranno incapaci di contrastare un monopolio di fatto, così come noi siamo stati per lo più incapaci di contrastare quello che ci è stato imposto con la forza su alcol, tabacco ed in varie occasioni su sale, semi e molte altre risorse, spesso favorendo i paesi più ricchi a discapito di quelli più poveri [#vandanashiva, #dharasana, #bayer].

Gli ultimi 77 anni di persecuzione proibizionista (quella con la P maiuscola) sono stati il primo esperimento vero e proprio di globalizzazione su scala planetaria, esportata sin dall'anno 1937 [#aslinger, #warondrugs] da parte degli USA nel resto del mondo. Per quanto ci possano apparire lunghi, non sono stati altro che un battito di ciglia nel corso degli almeno 10 mila anni (!) in cui la Canapa ha accompagnato benevolmente l'Umanità [#old1, #old2, #old3]. Infatti non bisogna mai dimenticare che nei primi del '900 stavano spuntando come funghi le industrie del Petrolio, della Chimica, dei Farmaci, dell'Alcol venduto sugli scaffali e del Tabacco. Non bisogna davvero sforzarsi molto per intuire perchè improvvisamente questa Pianta fosse diventata una presenza scomoda, una concorrente della cui assenza provocata artificialmente anche grazie a massicce campagne di disinformazione di massa [#reefermadness, #cinema] hanno potuto godere finora tutti quelli di cui sopra [#dupont]. E per assurdo, come sempre avviene in questi casi, ne ha approfittato anche la criminalità [#alcapone].

L'Erba [#wikipedia, #cibo1, #cibo2] ha talmente tanti usi pratici che sembra essere uscita fuori direttamente da una storia di fantasia: produce semi molto nutrienti, oli ricchi dei benéfici grassi Omega 3 e 6 in rapporto praticamente perfetto per l'uso alimentare ma utilizzabili anche per realizzare solventi, colle e vernici. Gli scarti sono un ottimo fertilizzante naturale. Con le sue fibre sono state intrecciate lunghezze infinite di corde che non marcivano mai e fabbricate vele per tutte le barche che solcavano le acque del globo ed ancora, tessuti e carta su cui sono stati scritti libri famosi e costituzioni di stato. Persino intere automobili. E dalla resina, in varie forme, si ricavano sostanze medicinali usate a volte per "stordire la mente" per 1000 motivi diversi e senza troppi danni alla salute (si attende, senza fretta, la prima morte causata direttamente dall'uso o abuso di Marijuana) oppure presenti nelle borse dei medici di ogni epoca, luogo e cultura, per lenire velocemente, efficacemente e senza effetti collaterali, anche gravi, le sofferenze causate da una lista lunghissima di malattie, malanni e diverse condizioni di salute.

Nonostante il grave e pesante ritardo causato direttamente dalla censura esercitata dal proibizionismo ai nostri danni e a vantaggio dei monopóli, sono sempre più numerosi gli studi e le ricerche scientifiche  [#iacm700, #freeweed] che ci dicono che tali sostanze medicinali, i principi attivi, contenute solo ed esclusivamente nella pianta della Canapa, esercitano la loro azione farmacologica su un sistema fisiologico di cui fino a ieri ignoravamo completamente l'esistenza (ovviamente con la complicitá dei soliti ignoti), oggi noto come Sistema degli Endocannabinoidi. Sta svolgendo il suo lavoro proprio in questo momento in miliardi di cellule nel nostro corpo ed è in grado di influenzare molte importanti funzioni biologiche: sonno, appetito, trasmissione nervosa, sistema immunitario e purtroppo alcune malattie, anche gravi. Sono troppo numerosi i racconti delle persone che hanno scoperto a volte per caso i benefíci evidenti offerti dalle proprietà curative della Marijuana per poterli ignorare ottusamente [#canapamedica, #rso] e che in alcuni casi hanno suscitato la rara curiosità di pochi scienziati benedetti.

Per non parlare del paradosso per cui gli stati che in questi anni l'hanno effettivamente depenalizzata, legalizzata, tollerata o liberalizzata per usi terapeutici, di riduzione del danno, ricreativi e commerciali  [#world1, #world2] non hanno affatto visto crescere la percentuale di adulti che ne facevano uso, cosa che è invece regolarmente avvenuta nei paesi più repressivi in cui molte persone si sono trovate a vario titolo a recitare il ruolo dei cattivi: trafficanti, spacciatori, consumatori o pazienti, tutti nello stesso calderone [#librobianco]. Non viene in mente qualche posto in particolare?

La Canapa non è di proprietà delle avide multinazionali del farmaco e del tabacco come esse pensano. Non è controllabile da parte delle Lobbie dell'alcol, della chimica, del petrolio e di altro ancora [#multinaz] a cui non deve sembrare vero il fatto di poter finalmente arraffare uno dei gioielli più preziosi che ci sia mai stato donato, che alcuni di loro chiamano Oro Verde [#colorado], grazie all'aiuto sempre pronto e "disinteressato" della politica, guarda caso proprio in questo momento in cui si spera che si chiuda un pò ovunque questa infelice parentesi da cui in passato hanno saputo ottenere il massimo profitto ai nostri danni, sociali e sanitari, mentre ora stanno cercando di ricollocarsi [#tobacco] in tutta fretta al centro di un mercato che sin da ora si preannuncia enorme, ricco, fiorente e salutare [#0morti, #brevetti].

Insomma sarebbe il Colpo del Secolo, anzi del Millennio...

La Ganja non è stata vietata perchè è una Droga ma è stata vietata perchè è troppo utile. Ha una resa agricola altissima e in Natura non ha alcun bisogno di antiparassitari chimici. Chiunque potrebbe coltivarla ed utilizzarla per ottenere oggetti di ogni genere e prodotti di ottima qualità. Il tutto con un costo prossimo a zero. È un bene primario come l'Aria che respiriamo, il Sole che ci dà energia, l'Acqua che ci disseta e la Terra su cui cresciamo insieme. È una risorsa importante per tutti i Popoli, fa parte del Ciclo della Vita e praticamente del DNA Umano. Per millenni è sempre stata coltivata ed utilizzata normalmente, anche qui in Italia [#carloerba, #erbaproibita].

È giunta l'ora che la Pianta venga finalmente liberata dalle catene imposte dai meschini interessi di potere ed economici che l'hanno per troppo tempo umiliata ponendola in uno stato irreale di illegalità e che con essa siano riscattate immediatamente tutte quelle persone che hanno assurdamente subíto condanne pesanti e sproporzionate.

È giunta l'ora che le sorti della Marijuana non siano più decise da politici, giudici, industriali e criminali ma semplicemente dai Popoli della Terra, che sapranno farne l'uso migliore.

È giunta l'ora di inaugurare l'Era dell'Umanopolio, per il diritto di coltivare cannabis, per la libertà di scelta e di cura, per l'autogestione dei propri usi, contro qualsiasi persecuzione penale ed amministrativa, contro ogni monopolio e mercificazione, né con le narcomafie, né con le multinazionali del farmaco e del tabacco.

A Roma il 10 Maggio 2014 si svolgerà la 14esima edizione della Million Marijuana March [*mmm] e molte persone rivendicheranno gioiosamente e pubblicamente tale diritto.

Joomla templates by a4joomla